Come garantiremo la salute dei bambini e degli operatori?

 

A seguito della emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese, si rende necessaria una riprogettazione del servizio di Centri Estivi per l’estate 2020, che tenga conto sia della necessità di garantire la salute dei bambini, sia del bisogno di molte famiglie di poter affidare i propri figli ad un servizio strutturato per poter tornare al lavoro.

Nel rispetto di tali premesse e delle linee guida evidenziate dal DPCM 17/5/2020, il Comune di Milano, in collaborazione con Orsa e Progetto A., offre una rimodulazione del servizio in grado di soddisfare gli usuali standard qualitativi dell’offerta estiva, nel pieno rispetto della normativa che garantisce la sicurezza di minori ed operatori.

GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO

Le attività saranno realizzate secondo una suddivisione dei minori in gruppi garantendo il rispetto dei rapporti numerici individuati dalle linee guida della Regione Lombardia di 1:7, un animatore ogni 7 bambini. Ai bambini diversamente abili sarà garantito il rapporto 1:1 con il proprio educatore. Tali rapporti numerici consentiranno un attento e puntuale controllo ed una gestione in sicurezza dei minori.

Le attività verranno svolte dai gruppi in aree/aule separate, assegnate a ciascuna “squadra”, in modo tale da garantire il rispetto delle distanze di sicurezza ed evitare intersezioni tra i gruppi. Le aule verranno internamente organizzate per rispettare la distanza fisica necessaria (2 mt tra un banco e l’altro); in caso di attività in aula è prevista la aerazione costante dei locali.

Verranno privilegiata l’organizzazione di attività di gioco e animazione in spazi esterni. In caso di utilizzo di spazi condivisi (giardini, cortili, etc.) questi saranno utilizzati dai gruppi a rotazione.

Verrà comunque posta attenzione anche alla necessità di strutturare lo spazio per consentire attività ludiche e laboratoriali che permettano ai bambini di vivere questo periodo come un momento ricreativo e di divertimento.

La composizione dei gruppi sarà effettuata garantendo il più possibile la stabilità dei bambini che lo compongono.

IGIENIZZAZIONE

Gli operatori addetti alle pulizie saranno presenti durante l’intero arco della giornata in modo tale da pulire e igienizzare gli ambienti in maniera adeguata agli standard definiti da specifica procedura con particolare attenzione alle superfici utilizzate di frequente (banchi, sedie, maniglie…).

Bagni, wc, lavandini e sanitari in genere saranno puliti dopo ogni utilizzo da parte del  gruppo e sanificati giornalmente con prodotti adeguati.

Prima dell’avvio del servizio verrà effettuata una sanificazione in ogni sede. L’attività di sanificazione prevede l’utilizzo di un sistema di nebulizzazione di disinfettante a base di perossido di idrogeno.

MASCHERINE: in ogni sede saranno fornite (in cotone, lavabili e riutilizzabili) sia al personale che ai minori iscritti un numero di mascherine sufficienti. Si prevede la fornitura di almeno 2 mascherine lavabili per ogni utente e operatore. Gli operatori porranno la massima attenzione al corretto utilizzo delle mascherine da parte dei minori.

IGIENIZZANTE MANI: sarà predisposto ad ogni ingresso di ogni sede un totem contenente gel disinfettante, inoltre un flacone sarà sempre presente all’interno di ogni bagno e di ogni classe. Nei bagni saranno esposti appositi cartelloni che spiegano in maniera semplice ai bambini come effettuare il lavaggio delle mani.

ACCESSO QUOTIDIANO E MODALITÀ DI ACCOMPAGNAMENTO E RITIRO DEI BAMBINI

Sempre valutando la conformazione delle strutture messe a disposizione, si elencano di seguito le strategie che verranno utilizzate per regolare l’accessibilità agli spazi del servizio ed evitare l’assembramento nei momenti di ingresso e uscita dalla Summer school.

  • Verranno affissi in bacheca all’ingresso delle scuole gli elenchi con la divisione dei minori in gruppi, l’abbinamento di ciascun gruppo al proprio animatore referente e la fascia oraria di ingresso definita per ogni gruppo.
  • Verrà verificato che ogni minore sia accompagnato all’ingresso da un genitore e indossi in modo corretto la mascherina protettiva. Come previsto dalle linee guida ministeriali e regionali non è consentito l’accesso al centro estivo per gli accompagnatori.
  • Verrà utilizzato, dove possibile, a più di un ingresso della scuola (accesso principale e accesso sul retro) in modo da poter gestire più gruppi da punti diversi dell’istituto.
  • Verranno identificati orari di ingresso e uscita a scaglioni in base al gruppo di appartenenza, e percorsi separati per entrata ed uscita; i gruppi accederanno/usciranno dalla struttura con un intervallo di tempo di 10 minuti tra un gruppo e quello successivo. Sarà così possibile per l’animatore di riferimento di ogni gruppo gestire l’ingresso e l’uscita in sicurezza.

All’ingresso di ogni sede verranno posizionati totem per igienizzazione delle mani.

TRIAGE IN ACCOGLIENZA

All’ingresso sarà posizionata una postazione per la rilevazione della temperatura corporea, un addetto provvederà a verificare la temperatura di ogni bambino e dell’accompagnatore (e degli operatori) all’ingresso e ad annotarla su un registro specifico. Per consentire un’organizzazione rapida e sicura verrà utilizzato apposito termometro digitale a infrarossi. L’addetto, indossando apposita mascherina e guanti, misurerà la temperatura corporea per tutti i minori e genitori/accompagnatori. In caso di temperatura superiore a 37.5 °C non sarà consentito l’accesso alla sede e il genitore/accompagnatore sarà informato della necessità di contattare il proprio medico curante. In caso di febbre del genitore/accompagnatore il minore non potrà accedere al servizio.

Qualora durante la frequenza al centro i minori dovessero manifestare i sintomi da infezione da COVID-19 (es. tosse, raffreddore, congiuntivite, febbre) saranno momentaneamente isolati e non dovranno recarsi al Pronto Soccorso. Il coordinatore informerà la famiglia e comunicherà tempestivamente tale circostanza all’Agenzia di Tutela della Salute territorialmente competente la quale fornirà le opportune indicazioni. Nel caso di minore positivo al COVID-19, non potrà essere riammesso al centro estivo fino ad avvenuta e piena guarigione certificata secondo i protocolli previsti.